Evento Aziendale Deducibilità

Questo articolo è stato scritto sia per le aziende che organizzano eventi sia per i professionisti dell’intrattenimento che offrono i loro servizi alle imprese. Entrambi, aziende e professionisti, devono coordinarsi affinché il trattamento fiscale del servizio sia corretto.

In un precedente articolo avevamo visto Come Organizzare un Evento Aziendale. Questa volta vorrei soffermarmi su un argomento – quello delle spese, della deducibilità e del trattamento fiscale – spesso sottovalutato che però potrebbe portare a situazioni spiacevoli per l’azienda.

Per un’azienda, che si tratti di una cena aziendale, di una festa aziendale o un meeting le voci di spesa da inserire nel budget economico prima, e da affrontare dopo, saranno tante.

Volendole suddividere i costi in macro aree potrebbero essere:

  • location (affitto locali)
  • alberghi
  • catering / ristorante
  • logistica
  • comunicazione e pubblicità
  • intrattenimento
  • gadget

Vantaggi fiscali per chi organizza eventi

Ci sono degli indubbi vantaggi fiscali per le aziende nell’organizzare un evento aziendale ma bisogna essere molto attenti perché basta un documento fiscale non conforme (come una fattura con una descrizione troppo generica) per non poter scaricare più nulla.

In questa sede mi occuperò di una sola di queste voci di spesa che è quella che mi riguarda da vicino, ovvero l’intrattenimento ma il discorso potrebbe essere esteso tranquillamente anche alle altre voci.

Evento Aziendale Deducibilità
evento aziendale deducibilità

Trattamento fiscale spese per evento aziendale

Sono varie le situazioni per cui un’azienda può richiedere un mentalista.

  • Spettacolo durante una Convention Aziendale
    • Con anche persone esterne all’azienda
    • Per soli dipendenti dell’azienda
  • Consulenza in qualità di “tecnico esperto”
    • Consulenza per Servizi
    • Formazione e Motivazione del personale

Ognuna di queste situazioni andrà trattata fiscalmente, dal professionista che fattura e dall’azienda cliente, in modo diverso per poter essere gestita correttamente.

Cerchiamo di analizzare caso per caso.

Spettacolo (Magia, Mentalismo, Intrattenimento) durante una convention aziendale

Si applica a tutti quegli eventi aziendali che non rientrano nell’attività “ordinaria” dell’azienda. Tra cui:

  • Convegni, seminari e manifestazioni con l’obiettivo di brand awareness o più in generale finalizzato ad aumentare il prestigio dell’impresa.
  • Feste, eventi e ricevimenti per festeggiare ricorrenze aziendali e/o festività religiose (es. la classica cena di Natale)
  • Eventi di intrattenimento organizzati per inaugurare nuove sedi o lancio di nuovi prodotti
  • Mostre, Fiere e altri eventi in cui vengono esposti i beni e servizi dell’azienda

In questo caso bisogna fare anche una distinzione per quanto riguarda la possibilità di detrazione, in base a chi partecipa alla cena aziendale. Quindi dobbiamo differenziare il caso in cui partecipino sia dipendenti che clienti dalla situazione in cui all’evento prendano parte soltanto dipendenti.

Eventi con anche personale esterno all’azienda

Deducibilità spese di rappresentanza

Parlando di spettacoli di magia, intesi come intrattenimento in un evento, possono anche essere utilizzati per la promozione dei beni e/o servizi attraverso eventi e manifestazioni.

Il costo riguarderà in questo caso le “spese di rappresentanza” nel settore del conto economico B) 7) “per servizi”, come spese relative alla promozione e pubblicità dei propri prodotti/servizi.

Le spese di rappresentanza sono definite nel Decreto Ministeriale del 19 novembre 2008, relativo alle regole generali disposte dall’articolo 108, comma 2 del TUIR.
Nello specifico rientrano in quest’elenco le spese sostenute dai professionisti, dalle imprese o dalle società per tutti i costi relativi ad attività svolte con l’obiettivo di accrescere il prestigio dell’attività e di agevolarne la crescita.
Fra queste perciò rientrano le spese sostenute per l’organizzazione di congressi, meeting e di feste e cene aziendali, dove sono coinvolti anche soggetti non dipendenti dell’azienda.

Riguardo la deducibilità bisognerà però rispettare le seguenti condizioni per la corretta gestione dei costi e ricavi.

Deducibilità spese di rappresentanza

Come previsto dal DM 19.11.2008 (aggiornato per il 2020) se il bene ha costo unitario superiore a 50€, la deducibilità, sarà possibile nei seguenti limiti:

  • 1,5% dei ricavi e proventi della gestione caratteristica fino a 10 milioni di Euro;
  • 0,6% dei ricavi e proventi della gestione caratteristica da 10 milioni di Euro a 50 milioni di Euro;
  • 0,4% dei ricavi e proventi della gestione caratteristica oltre i 50 milioni di Euro.

Si ricorda invece che l’IVA è sempre indetraibile per questo tipo di spese.

Eventi per soli dipendenti

Deducibilità spettacolo per Eventi Aziendali

Ben diverso è il discorso quando si parla di vero spettacolo di magia, organizzato esclusivamente per i propri dipendenti. L’evento non può dunque essere ordinario, ma riguardare una festa speciale per l’azienda e i propri dipendenti. Per esempio, presupponiamo che il titolare d’azienda decida di festeggiare i 50 anni della società con tutto il suo staff, potrà dedurre completamente i costi dell’evento (comprensivo lo spettacolo di magia per divertire i propri dipendenti).

Come definito dall’art. 100 del TUIR rientrano nella categoria di “oneri di utilità sociale”, ma limitata ad un “ammontare complessivo non superiore al 5 per mille dell’ammontare delle spese per prestazioni di lavoro dipendente risultanti dalla dichiarazione dei redditi”; il costo dovrà essere indicato nel campo dei conto economico B) 9) spese per personale e) altri costi (del personale). Contabilmente sarebbe utile effettuare la registrazione utilizzando un apposito conto, denominato “oneri di utilità sociale in favore dei dipendenti”.

Le condizioni che permettono questa situazione sono le seguenti:

  • l’erogazione dei servizi in favore della generalità o di una categoria di dipendenti;
  • la natura volontaria dell’atto datoriale;
  • la finalità delle opere e servizi oggetto dell’investimento del datore.

Consulenza in qualità di “tecnico esperto”

Si applica a tutti quegli eventi aziendali che invece rientrano nell’attività “ordinaria” dell’azienda. Tra cui:

  • Corso motivazionale rivolto ai dipendenti
  • Corso di formazione manageriale

Andiamo dunque a vedere i vantaggi della scelta di chiamare un professionista per rendere un corso aziendale divertente e profittevole e per comprendere come dedurre i costi relativi alla spesa sostenuta per la prestazione pagata.

Evento aziendale deducibilità: acquisto di servizi (prestazioni da terzi)

Deducibilità spettacolo per Eventi Aziendali

Secondo il documento interpretativo del principio contabile OIC n. 12 prevede che al punto B 7) “ B: Costi della produzione .- 7) per servizi” venga effettuata la trascrizione dei costi per l’acquisto di servizi (prestazioni da terzi) nello svolgimento dell’attività ordinaria di un’azienda (es. costi per utenze, per consulenze di esperti esterni all’azienda, costi per manutenzioni, riparazioni, costi assicurativi, compensi agli organi di controllo e agli amministratori, costi commerciali, costi di pubblicità, ecc.).

Si può ritenere infatti un costo ordinario dell’azienda l’utilizzo di consulenza di tecnici esterni l’azienda, bisogna però valutare quale sia il tipo di consulenza e che settore aziendale riguarda.

Evento aziendale deducibilità: formazione professionale

Deducibilità spettacolo per Eventi Aziendali

Se si tratta di formazione professionale, conseguente anche a motivare il proprio personale per aumentare performance e efficienza, si parla di un altro settore contabile del conto economico e più precisamente: B 9) Costi del personale e) – altri costi (per il personale)

E’ dunque importante per il professionista (prestigiatore, mentalista, illusionista, …) capire qual è il settore che andrà a trattare con l’azienda cliente e compilare in modo corretto la parte del corpo della fattura.

Come sempre in ambito fiscale vale ciò che viene indicato all’interno della fattura, una chiara indicazione della prestazione svolta aiuterà il cliente a capire in quale parte di costo è meglio imputare la spesa, considerando in entrambi i casi pienamente deducibile il costo nella voce servizi o nella voce del personale.

Deducibilità spese per eventi aziendali

Abbiamo visto le varie differenze in ambito fiscale in caso di scelta di uno spettacolo di magia per divertire o piuttosto uno spettacolo da mentalista che può formare e motivare i propri dipendenti.

Visto la vastità e complessità dell’argomento, consiglio – agli organizzatori degli eventi – di coordinarsi con l’ufficio amministrazione e contabilità dell’azienda e – ad amici e colleghi mentalisti – di chiedere consiglio al commercialista, prima di emettere un documento fiscale.

L’importanza di affidarsi ad un professionista

Perché un vero professionista non si occupa solo dell’intrattenimento vero e proprio ma offre un servizio globale garantito al 100%
Commenta questo articolo qui sotto o se vuoi ulteriori informazioni, contattami.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui!